Utilizzando i nuovi materiali polimerici è oggi possibile realizzare profili in plastica trasparente  che uniscono, la  leggerezza estetica e la limpidezza del vetro, ad elevate caratteristiche tecniche.

I tecnopolimeri, uniti a processi di produzione sofisticati, permettono di realizzare profili in plastica trasparente anche con figure complesse e bassi spessori.

Per ottenere tali risultati, il progetto del nuovo profilato viene valutato e dimensionato con attenzione prima di costruire lo stampo per l’estrusione.

Con estrema cura dovrà anche essere scelto il materiale plastico trasparente più adatto.

Breve storia della plastica trasparente

L’introduzione della plastica trasparente ha permesso la creazione di prodotti nuovi.  A  partire dal 1870 con il brevetto della  celluloide per le pellicole fotografiche. A seguire poi il cellophane per i sacchetti, il nylon per i filati e i tessuti sintetici, il PET per le bottiglie, il polipropilene per gli imballaggi.

In tempi più recenti la plastica trasparente è stata  usata nell’arredamento: tavoli, sedie, lampade e oggetti di design.

Oggi i nuovi tecnopolimeri trasparenti permettono applicazioni più sofisticate: resine che resistono alle alte e alle basse temperature, alla sterilizzazione, ai raggi UV. Materiali con i quali è possibile costruire, lastre, lenti, fari per le auto, lampade, scudi antiproiettile, e caschi spaziali per gli astronauti.

Profili in plastica trasparente: che polimeri è meglio utilizzare ?

Diversi sono i  materiali plastici trasparenti, ma alcuni come policarbonato, polimetilmetacrilato (Plexiglas), acetato, PETG e Nylon, per le loro qualità di limpidezza e caratteristiche meccaniche, meglio si prestano all’estrusione di filati e profili in plastica trasparenti.

Di più frequente utilizzo sono il PMMA  polimetilmetacrilato (Plexiglas) per la sua purezza, di norma è più trasparente del vetro (coefficiente di trasparenza di circa 0,93) e il policarbonato PC per le sue ottime caratteristiche meccaniche.

Tutti e due i prodotti  possono essere realizzati sia con finitura trasparente, che in vari gradi di opaline o diffondente. Questo è  fondamentale per profilati estrusi destinati al settore dell’illuminazione, dell’arredamento e del design.

Ai tecnopolimeri trasparenti possono essere aggiunti additivi per migliorarne le loro caratteristiche. Ad esempio la resistenza agli UV e agli agenti atmosferici, l’autoestinguenza,  la resistenza agli urti o altro secondo le richieste del cliente.

Naturalmente il polimero deve essere scelto in base alle prestazioni del manufatto finale. Per questo, prima della realizzazione ogni nuovo profilato in plastica, valutiamo con cura la materia prima migliore da utilizzare, programmando anche eventuali test di estrusione.

Solo così sarà possibile usufruire al meglio della trasparenza e delle caratteristiche tecniche dei nuovi tecnopolimeri ormai insostituibili negli impieghi più avanzati della tecnologia moderna.

 

Per maggiori informazioni, contattateci TEL 0432 668877 – E-mail:info@mavisitaly.com