Profili termoplastici

I profili termoplastici che si possono ottenere con i tecnopolimeri hanno eccellenti  caratteristiche fisico-meccaniche e spesso è possibile utilizzarli in sostituzione dei metalli.

Questi materiali vengono chiamati polimeri per ingegneria in quanto permettono di progettare profili termoplastici altamente performanti da utilizzare anche in contatto con  alte temperature o dove ci sia bisogno di resistenza meccanica e agli agenti chimici unita alla stabilità dimensionale.

La gamma dei tecnopolimeri disponibili è molto vasta e viene aggiornata spesso con nuovi prodotti che l’industria chimica realizza per soddisfare le esigenze dei mercati che richiedono manufatti leggeri e isolanti come la plastica ma resistenti come i metalli.

Data la vastità dell’offerta di materie prime con caratteristiche molto diverse fra loro,  è fondamentale che per ogni tipologia di profilo termoplastico vengano analizzate attentamente le esigenze specifiche, per poter indirizzare il cliente verso il materiale plastico più appropriato.

Di seguito solo alcuni dei tecnopolimeri che è possibile estrudere ottenendo profili termoplastici dalle eccezionali caratteristiche:

  • PBT polibutilentereftalato = ottima resistenza all’usura, agli agenti chimici, all’invecchiamento, al calore (150 °C). Resistenza agli agenti atmosferici
  • CAP aceto proprionato di cellulosa
  • PC-ABS miscela di policarbonato e acrilonitrile-butadiene-stirolo
  • EVA Copolimero etilene venilacetato = ottima flessibilità ed elasticità, resistenza all’abrasione. Non viene attaccato da funghi e batteri
  • PET polietilentereftalato: materiale con buone proprietà di trasparenza, resiste all’aggressione chimica
  • PETG polietilentereftalato glicole modificato
  • SAN acrilonitrile è un copolimero di stirene con acrilonitrile
  • PUR: poliuretano: ottime proprietà meccaniche, resiste all’umidità
  • POM poliossimetilene-poliformaldeide-poliacetali: (resina poliacetalica) rigido e resiliente, ottima resistenza meccanica e proprietà di scorrimento. Bassa usura. Basso assorbimento d’acqua.
  • Compounds di tecnopolimeri realizzati su richiesta del cliente e personalizzabili tramite una vasta gamma di colori lucidi, opachi, trasparenti, satinati e con effetti metallizzati.

Altri materiali termoplastici da segnalare:

  • WPC Wood Plastic Composites
  • FFC Foam Fiber Composite
  • Resine espanse sia rigide che flessibili
  • Plastica biodegradabile – bioplastiche
  • Materiali plastici riciclabili e/o rigenerati